Erogatori di acqua calda: migliori prodotti, offerte, opinioni

L’acqua calda è ormai una piacevole consuetudine nelle nostre case, ma non è sempre stato così, anzi. Basti pensare a tal proposito che il primo scaldabagno è stato inventato nel 1868 e che naturalmente per molto tempo è stato un appannaggio esclusivo delle classi agiate.
Per chi aveva meno disponibilità economiche, un punto di svolta è stato invece rappresentato dall’arrivo sul mercato del bollitore, ovvero il congegno delegato al riscaldamento dell’acqua, avvenuto nella seconda metà dell’Ottocento. All’inizio, però, il bollitore aveva grossi problemi, risolti soltanto con l’arrivo del modello elettrico, il quale ha consentito all’elettrodomestico di diffondersi sempre di più nelle case delle classi lavoratrici anglosassoni prima, di quelle europee poi.
Oggi i modelli presenti sul mercato sono un vero e proprio concentrato di tecnologia di ultima generazione cui aggiungono anche un design spesso intrigante, tale da farne un vero e proprio oggetto di arredamento all’interno delle nostre cucine.

Tante le offerte, ma come scegliere?

Basta osservare il settore riservato ai bollitori all’interno di una rivendita per comprendere come le case produttrici siano in grado di proporre un catalogo estremamente variegato, teso ad andare incontro alle esigenze più disparate. Una varietà che però rischia di indurre in confusione il consumatore, con risultati tali da inficiare la bontà dell’acquisto.
La domanda che occorre porsi, per evitare di sprecare i propri soldi per un acquisto inadeguato o insufficiente, è la seguente: quali sono i fattori da considerare per scegliere un bollitore elettrico?
Il primo punto da prendere in considerazione è senz’altro la capacità, ovvero la quantità di acqua che il dispositivo può portare a temperatura di ebollizione in una singola sessione di lavoro. In tal senso si usa indicare tre categorie:

  1. di piccola taglia, ovvero i cosiddetti bollitori da viaggio, sino a mezzo litro, solitamente adatti per soddisfare esigenze puramente personali, come ad esempio la degustazione di una tazza di caffè o tè in campeggio o al lavoro:
  2. di taglia media, ovvero quelli che possono riuscire a fornire acqua per tre o quattro tazze di tè o per scaldare la pasta, sino a 1,3 litri;
  3. di taglia grande, adatti ad occasioni conviviali, ovvero oltre 1,3 litri.

Un secondo punto che occorre senz’altro tenere presente in fase di scelta è quello relativo al livello tecnologico espresso. Se nei dispositivi level entry si trova solitamente soltanto lo spegnimento automatico al conseguimento della temperatura desiderata, in quelli di fascia alta è invece possibile trovare robuste dosi di innovazione. Basti pensare in tal senso al controllo da remoto, tramite app, alla programmazione o al timer, tutte funzioni che danno vita ad un utilizzo intelligente del bollitore.
Non può poi mancare l’aspetto estetico, considerato come ormai da tempo molti designer di chiara fama siano soliti estrinsecare le proprie capacità dando vita a modelli dal notevole impatto visivo e in grado di rispondere al meglio a criteri di ergonomia. Un livello simboleggiato ad esempio dal bollitore che muta il suo colore in base alla temperatura, che è in grado di provocare vera e propria fascinazione negli utenti.
Non dovrebbe poi mancare la necessaria attenzione al lato dei consumi, che possono essere limitati con ovvie ripercussioni sulla bolletta energetica da funzioni come l’indicatore della quantità di acqua bollita, il quale consente di far bollire solo quella necessaria.
Infine occorre sicuramente riservare un occhio di riguardo ai materiali con cui viene costruito il bollitore. In tal caso la scelta è tra leghe metalliche e plastica. Le prime sono in grado di dare garanzie in termini di robustezza e durata del dispositivo, le seconde offrono una maggiore leggerezza che può fare la differenza nel caso dei bollitori da viaggio. Ove si opti per la plastica, però, ci si deve sincerare che sia atossica, ovvero non rilasci sostanze pericolose per il nostro organismo quando tratta l’acqua a temperature molto elevate.

Dove trovare offerte convenienti

Come abbiamo già ricordato, il catalogo proposto dalle case del settore è molto variegato e presenta modelli in grado di rispondere al meglio ad un vasto numero di esigenze. Va peraltro notato come i brand del settore siano soliti disputarsi la clientela con politiche commerciali molto aggressive, portate avanti a colpi di promozioni. Una caratteristica sia delle rivendite tradizionali che di quelle online, ove peraltro i prezzi sono più bassi per ovvi motivi.
Da parte nostra consigliamo senz’altro di non avere eccessiva fretta in fase di acquisto, ovvero di non fermarsi di fronte alla prima proposta apparentemente favorevole, ma di continuare a scandagliare il mercato, in quanto la vera e propria guerra tra marchi è in grado di produrre ottime occasioni in continuazione.
Inoltre consigliamo con decisione di rivolgersi ai brand più noti, che dovendo difendere la propria reputazione sono in grado di proporre un controllo di qualità sempre più serrato, teso a scartare in partenza tutto ciò che non corrisponde ad una fama conquistata nel corso del tempo e da mantenere integra. Se ciò comporta un maggiore costo, per ovvie ragioni, va anche sottolineato come in questi casi la fregatura sia praticamente da escludere.

Le opinioni

Per cercare di capire meglio su quali bollitori elettrici far convergere la propria attenzione, c’è un metodo molto prezioso, ovvero il monitoraggio di Internet. Sul web, infatti, sono molti i portali in grado di fornire opinioni sui vari prodotti, oltre a far comprendere meglio alcuni aspetti che spesso vengono ignorati dal grande pubblico e che invece possono fare la differenza.

Questi siti vanno infatti ad affrontare questioni tecniche che i neofiti non sono tenuti a conoscere, ma che sono al contempo estremamente importanti per poter alla fine decidere per il meglio.
Altro ausilio prezioso in fase di scelta è poi quello rappresentato dai forum di discussione che sono presenti online. In questo caso sono proprio gli utenti a fornire il proprio parere e raccontare la propria esperienza con determinati prodotti e marche, aiutando in tal modo gli altri a operare infine la scelta più adeguata.
Una strada quindi da non trascurare per i tanti consumatori che intendono acquistare un bollitore elettrico e intendono riuscire a mettere insieme il miglior rapporto possibile tra qualità del prodotto e prezzo di vendita, risparmiando in tal modo tempo e danaro.

Sono laureato in Lettere e filosofia, con una tesi sul confine orientale italiano alla fine della Prima Guerra Mondiale. Scrivo da anni sulle più svariate tematiche, dall’economia allo sport, passando per le criptovalute, le energie rinnovabili e molto altro.

Erogatori di acqua calda: migliori prodotti, offerte, opinioni
Ti è piaciuto il post?
7950 7959 7985 7974 7967 7991 7940 8019 8017 7998
Back to top